Via del Mezzetta, 1/int. - 50135 Firenze
settore donne: tel. 055 602311
settore minori: tel. 055 601375

Violenza

Per violenza nella sua accezione globale l’OMS (2002) intende “l’uso intenzionale della forza fisica o del potere, minacciato o reale, contro se stessi, altre persone o contro un gruppo o una comunità, da cui conseguono o da cui hanno una alta probabilità di conseguire lesioni, morte, danni psicologici, compromissioni nello sviluppo (maldevelopment) o deprivazioni”.

La definizione più completa e recente di violenza all'infanzia è quella elaborata nel 1999 in occasione del “ Consultation on Child Abuse and Prevention” dell’ OMS nella quale si afferma che “per abuso all’infanzia e maltrattamento debbano intendersi tutte le forma di cattiva salute fisica e/o emozionale, abuso sessuale, trascuratezza o negligenza o sfruttamento commerciale o altro che comportano un pregiudizio reale o potenziale per la salute del bambino, per la sua sopravvivenza , per il suo sviluppo o per la sua dignità nell’ambito di una relazione caratterizzata da responsabilità, fiducia o potere ”.

Il maltrattamento/abuso all’infanzia si configura, quindi:

A. come un comportamento attivo

  • si procura un danno fisico o psicologico agendo una specifica azione o serie di azioni , ad esempio tirare un calcio, aggredire verbalmente.

B. come un comportamento omissivo:

  • arreco un danno perché non compio una specifica azione o serie di azioni, ad esempio non nutrire, non accorrere in aiuto

C. come comportamento distorto nei mezzi e nei fini

  • arreco un danno perché pongo in essere azioni inadeguate rispetto ai bisogni del bambino, ad esempio nutrire un bambino di otto anni con il biberon, allattare sino ai quattro anni un bambino

CLASSIFICAZIONE DEGLI ABUSI ALL'INFANZIA

Maltrattamento

  • Maltrattamento fisico
  • Maltrattamento psicologico

Patologia delle cure

  • Incuria
  • Discuria
  • Ipercura

Abuso sessuale

  • Intrafamiliare
  • Extrafamiliare

Violenza assistita

Introducendo categorie interpretative anche di tipo giuridico, la classificazione si amplia con l’inclusione anche di

Sfruttamento del lavoro minorile
Sfruttamento sessuale dei minori a fini commerciali

  • Prostituzione minorile
  • Sfruttamento per la produzione di materiale pedo-pornografico
  • Turismo sessuale

XHTML and CSS valid. Last modified on July 10, 2006, at 08:28 PM Web Feeds » RSS   Atom
Powered by PmWiki by CarlosAB