ARTEMISIA_payoff
Menu
Con l’ampliamento delle attività del Centro Antiviolenza e il costante aumento delle richieste di aiuto provenienti da tutto il territorio dell’attuale Città Metropolitana, è sorta l’esigenza di dare risposte che fossero geograficamente più vicine ai luoghi di residenza delle persone.
Condividi

Sportelli territoriali

I nostri sportelli territoriali

Con l’ampliamento delle attività del Centro Antiviolenza e il costante aumento delle richieste di aiuto provenienti da tutto il territorio dell’attuale Città Metropolitana, è sorta l’esigenza di dare risposte che fossero geograficamente più vicine ai luoghi di residenza delle persone, soprattutto i più periferici, in modo da facilitare l’accesso ai servizi e quindi la stessa richiesta di aiuto. 

Il primo sportello territoriale, una vera e propria piccola estensione della nostra sede centrale, è stato attivato nel 2007 nella zona Sud Est – nel Comune di Figline e Incisa Valdarno – a cui negli anni si sono succedute, nella stessa Zona, aperture anche a Pontassieve, San Casciano Val di Pesa, Tavarnelle. Nella Zona Fiorentina Nord Ovest sono stati aperti sportelli nei Comuni di Sesto Fiorentino, Lastra a Signa, Scandicci, e poi in un secondo momento a Campi Bisenzio. In Mugello a Borgo San Lorenzo (con uno sportello specifico sulla violenza alle donne e uno, dal 2022, sulla violenza all’infanzia) e Barberino del Mugello.

Anche il Comune di Firenze, nell’ambito della sua Convenzione con il Centro, finanzia uno sportello in una della zone più ampie e più densamente popolate della città, il Quartiere 5.

scheda progetto
Ente finanziatore: Comune di Firenze; Società della Salute Zona Fiorentina Nord Ovest; Società della Salute Zona Fiorentina Sud Est; Società della Salute del Mugello
Periodo di riferimento: In corso
Importo: Convenzione Unione Comunale del Chianti Fiorentino (anno 2022): € 18.820 / Convenzione Società della Salute Zona fiorentina Nord Ovest (anno 2022): € 32.000 / Convenzione Società della Salute del Mugello (anno 2022): € 12.500
Destinatari: Donne vittima di violenza; minorenni vittime di abuso sessuale o maltrattamento, e loro adulti protettivi
Obiettivi: Favorire l’emersione della violenza e le richieste di aiuto, grazie anche a una capillare presenza sul territorio; sostenere donne e minorenni nei percorsi di uscita dalla violenza; accompagnare, dove necessario, all’attivazione di altri servizi presenti sul territorio.
Ti potrebbe interessare anche

SEA

Il progetto, in continuità con la mission dell’Associazione, ha l’obiettivo di sperimentare forme innovative di

Continua a leggere